Home Facebook Shop Mail

TOSTATURA

La fase di tostatura è una delle più importanti e delicate nel processo di produzione del caffè.
Mediante questo passaggio di lavorazione vengono esaltatati i differenti gusti ed aromi tipici di ogni origine che andranno a sommarsi ad altri creati mediante una trasformazione chimica provocata dalla tostatura stessa.
Oltre ad una trasformazione chimica ne avviene anche una fisica, nella quale il chicco verde oltre ad assumere a fine processo un colore bruno subirà una perdita di peso (15%-20% c.ca) ed un aumento di volume. La fase di tostatura si contraddistingue in 2 fasi principali.
Durante la prima fase il chicco verde rilascia le “umidità” presenti al suo interno, mentre nella seconda fase acquisisce calore. E’ proprio nella seconda fase che a seconda dell’intensità e durata di calore somministrato si conferiscono ed accentuano aromi e gusto. 
Il processo di tostatura ideale può durare dai 15’ ai 21’ facendo raggiungere al prodotto una temperatura di c.ca 210 c° - 220 c°. Questo a seconda della tipologia di prodotto e dal risultato che si vuole ottenere. 
Quando il prodotto raggiunge il suo “grado” di tostatura viene inviato in un’apposita vasca di raffreddamento nella quale, dopo essere uniformemente stato spianato, resta a raffreddarsi al fine di interrompere la mutazione data dalla somministrazione di calore. A seguito di questa pausa inizia (nel caso non sia già avvenuto prima della tostatura) una fase di pulitura. 
Va specificato che i dati indicati, quali tempo e gradi di tostatura possono notevolmente variare, in quanto esistono differenti tecniche e differenti tecnologie per la tostatura. Ognuno di questi crea con una medesima qualità di materia prima un risultato a sua volta differente. Il prodotto tostato viene infine inviato in appositi silos. All’interno di questi “riposerà” per un tempo variabile a seconda della tipologia, temperatura di stoccaggio o successiva fase di lavorazione.